Spatolati veneziani

Cosa sono gli spatolati veneziani e quali sono le loro caratteristiche

Se hai delle pareti da tinteggiare e sei a corto di idee su quale tecnica pittorica utilizzare per donare un tocco di novità alla tua casa, quella degli spatolati veneziani potrebbe fare al caso tuo. Questo tipo di tecnica è in grado di donare alle pareti caratteristiche visive e tattili molto particolari, grazie alla granulosità dei materiali utilizzati ed all’aspetto luminoso e lucido del risultato finale. Il connubio tra elementi visivi e tattili prende il nome di texturizzazione.

stucco veneziano , spatolati veneziani

La tecnica degli spatolati veneziani con grassello di calce riesce a creare effetti molto interessanti in tal senso. Le tue pareti appariranno increspate ed arricchite da sfumature tridimensionali. Inoltre la superficie apparirà lucida e luminosa, riflettendo addirittura la luce e donando alla stanza un senso di spaziosità sorprendente. Puoi inoltre decidere di scegliere le tonalità di spatolato che meglio riescono a coordinarsi con l’arredamento della stanza. Potrebbe essere interessante utilizzare due colorazione a contrasto oppure tonalità metallizzate.

Lo spatolato veneziano produce un elevato effetto decorativo (stucco veneziano)ed è particolarmente indicato in camera da letto e soggiorno. Se decidi di optare per una tinta scura la stanza tenderà a risultare molto meno luminosa e ti vincolerà nella scelta del mobilio. Se la casa che intendi decorare presenta mobili in stile classico, cerca di prediligere tonalità molto tenui. Le tonalità metallizzate e più eccentriche sono invece indicate in ambienti con stili d’arredo etnico.

Se hai bisogno di consigli su quale spatolato vorresti utilizzare contattaci, ti daremo la miglior soluzione al miglior prezzo.

Stucco veneziano a Milano

 

Consigli utili: Come applicare la tecnica degli spatolati veneziani

Se intendi decorare delle pareti con la tecnica degli spatolati veneziani è necessario seguire alcuni accorgimenti. Prima di tutto la superficie su cui si andrà a lavorare dovrà essere intatta e priva di lesioni di ogni genere. Se sono presenti fori, dovrai avere l’accortezza di riempirli con dello stucco. Dovrai inoltre carteggiare la parete per eliminare i residui derivanti da precedenti tinteggiature. A questo punto potrai iniziare a tinteggiare la parete.

Attenzione a questa fase: la prima mano dovrà presentare una buona quantità di grassello di cale. La seconda mano di spatolato dovrà avvenire per mezzo di una spatola in acciaio. Nella terza mano dovrai compiere movimenti orizzontali, verticali e rotatori. Dall’andamento di tali movimenti dipenderà il risultato visivo finale. La consistenza della pittura non dovrà essere molto liquida ma tendenzialmente densa al pari della consistenza dei colori acrilici in tubetto.

Per ottenere effetti più particolari e sfumature più decise potrai applicare due o tre mani di pittura di tonalità differenti con la tecnica dello spatolato.

Se non sai quali pitture adoperare per decorare le tue pareti con la tecnica degli spatolati veneziani, non temere, noi siamo qui proprio per te.

Antonio Liso tel. 3493442676

Spatolato lucido

Commenti

comments