Innanzitutto devi sapere che la calce non può essere posata da tutti i muratori, infatti nel suo utilizzo bisogna essere delicati, pazienti ma sopratutto è necessario unire la quantità esatta di materiali, per ottenere un lavoro da maestri. Principalmente questo materiale puoi utilizzarlo per le finiture dei muri esterni e delle pareti, grazie alla sua proprietà antimuffa te lo consiglio caldamente per il bagno e la cucina.

Caratteristiche della calce

È giusto che conosci le caratteristiche della calce, che ti faranno decidere di utilizzarla. La sua proprietà principale è la traspirabilità, infatti se la utilizzi puoi aumentare la qualità e la durata della vita delle case e dei suoi inquilini, in quanto le pareti dell’abitazione respirano e ciò può fare solo che bene ad entrambi.

Questo è il motivo per cui è aumentato il suo utilizzo nel campo dell’edilizia, ma soprattutto nella bioedilizia. In questi anni le persone stanno rivalutando il fatto di usare vecchie tecniche della tradizione che unite alla tecnologia attuale possono trasformarsi in tecniche innovative. Esistono tre modi principali per applicare la calce naturale al bagno: grassello di calce, cocciopesto e tadelakt.

Grassello di calce

grassello di calce, stucco veneziano moderno

Questo rivestimento contiene un minerale al suo interno, che conferisce alla finitura un aspetto lucido, ed è l’ideale per ottenere una classica decorazione d’epoca. Puoi applicarlo come tutte le tipologie di calce, ma è reso unico dalle sfumature diverse in ogni stesura e soprattutto dalla mano di chi lo utilizza. Lo puoi inserire per decorare internamente una stanza e donargli un aspetto particolarmente storico. Durante l’applicazione potrai vedere uno strato dorato su di esso che non intaccherà minimamente la sua trasportabilità.

Cocciopesto

Il cocciopesto oggi lo puoi utilizzare per impermeabilizzare pavimenti interni ed esterni. È formato da frammenti di tegole distrutti e malta a base di calce aerea. Lo devi posare in diversi strati che presentano grana diversa per donare un effetto unico ed inimitabile.

Tadelakt

Il tadelakt è sempre a base di calce, ma è brillante e impermeabile, ciò lo rende perfetto sia per gli interni che per gli esterni. È utilizzato tradizionalmente per rivestire molte abitazioni in Marocco

Calce rasata

Decorazione con calce

Questa tipologia di calce puoi stenderla sulla superficie tramite l’aiuto di spatole in acciaio rigide e necessita di una manciata di minuti per asciugarsi. Ultimamente la calce rasata viene usata molto di più della classica pittura, soprattutto nei bagni. Devi sapere che non trattiene l’umidità poiché ha dei pori che consentono il passaggio dell’acqua, ma se la mescoli con il cemento questa particolare proprietà si ridurrà drasticamente.

Questa tecnica puoi realizzarla anche da solo, perché è facile da stendere, economica e veloce, ti basta essere un amante del fai da te e sei pronto per la posa. Quando utilizzi la calce rasata per creare un intonaco, devi ricordarti di trattarla di tanto in tanto applicandogli una nuova passata di calce molto diluita, utilizzando una pennellessa. Con questa operazione puoi pulire la calce che con il tempo si è sporcata, ma soprattutto rimuovere residui polverosi che potrebbero danneggiare la tua salute. In caso ti ritrovi delle crepe, rotture o della sporcizia sulla calce rasata già esistente, puoi tranquillamente passare una nuova mano su di essa cosi potrai riportarla al suo stato originario.

L’importante è che prepari accuratamente il fondo, in modo tale da renderlo liscio, pulito e completamente asciutto. Se vuoi stuccare questo materiale hai bisogno di utilizzare una spatola, invece per utilizzare la calce rasata come tinteggiatura userai la pennellessa.

Nello specifico posare il grassello di calce è un’operazione leggermente difficile da effettuare da soli e senza nessuna esperienza, infatti è consigliato farlo fare a decoratori esperti del settore sia che si tratta di stuccare che di decorare. In ogni caso se vuoi provare lo stesso da solo, devi ricordarti di inumidire le pareti con la pennellessa bagnata con l’acqua, questo per aumentare l’aderenza sul muro ed eliminare possibili residui di polvere.

Dunque se scegli la calce rasata per creare finiture oppure stuccare intere pareti del bagno, avrai un risultato sicuro, esteticamente perfetto ma fondamentalmente duraturo e rinnovabile nel tempo.

Commenti

comments